La capsula della Boeing il 1 Giugno decollerà da Cape Canaveral per il primo test con a bordo due astronauti della NASA verso la ISS

Il primo lancio di Starliner con astronauti

USAwenHop

La nuova capsula Starliner della Boeing è stata autorizzata per il suo primo lancio con astronauti a bordo per il 1 Giugno. Dopo una verifica di preparazione al decollo del 29 maggio, i team di Boeing, NASA e United Launch Alliance (ULA) hanno dato il via libera all’attesissima missione, nota come Crew Flight Test (CFT).

Gli continui ritardi alla missione

I team leader “hanno verificato la preparazione al lancio, compresi tutti i sistemi, le strutture e le squadre che supportano il volo di prova”, hanno scritto i funzionari della NASA in un aggiornamento (rif.). CFT invierà gli astronauti della NASA Butch Wilmore e Suni Williams sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per un soggiorno di circa una settimana. Il lancio della missione è previsto alle 16:25 GMT a bordo di un razzo ULA Atlas V dalla stazione spaziale di Cape Canaveral, sulla Space Coast della Florida.

Sono quasi quattro settimane ritardo sulla tabella di marcia prevista. Lo Starliner è stato inizialmente autorizzato per un decollo il 6 maggio. Ma quel tentativo è stato cancellato circa due ore prima del lancio. Le squadre notarono un comportamento anomalo della valvola nello stadio superiore dell’Atlas V. Lo stack Starliner-Atlas V è stato trasportato dalla rampa di lancio all’edificio di lavorazione, dove la valvola è stata sostituita. Ma il lavoro di sostituzione ha ritardato il decollo programmato.

In seguito è emerso un nuovo problema. Una leggera perdita di elio associata a un propulsore di controllo nel modulo di servizio dello Starliner. I team di missione hanno impiegato del tempo per valutare la perdita, spostando la data di lancio prevista più a destra. Alla fine hanno stabilito che la fuga era stabile e non rappresenta una minaccia per la missione CFT, come mostrano i risultati della revisione.

Le tre missioni compiute

Anche Wilmore e Williams sono pronti a partire. Il duo è arrivato sulla Space Coast il 28 maggio, con un volo da Houston, dove si erano addestrati e messi in quarantena presso il Johnson Space Center della NASA.CFT sarà il terzo volo complessivo di Starliner. La capsula è decollata per la prima volta nel dicembre 2019. Durante la missione di prova senza equipaggio verso la ISS non è riuscita a raggiungere il suo obiettivo per una serie di problemi poco dopo il lancio.

La capsula ha portato a termine con successo la sua seconda missione sulla ISS. Un volo di prova senza equipaggio lanciato e atterrato nel maggio 2022. Se il primo lancio di Starliner con astronauti a bordo andrà bene, la Boeing sarà certificata per trasportare gli astronauti della NASA da e verso la stazione in missioni di lunga durata. Boeing ha un contratto con l’agenzia per fare proprio questo, così come SpaceX. La compagnia di Elon Musk è nel bel mezzo della sua ottava missione astronauta sulla ISS per la NASA, nota come Crew-8.

Chiara Rossi

One Comment

  1. In the global shift towards sustainable energy sources and reducing carbon footprints,
    companies worldwide are increasingly investing in renewable energy.
    One of the leaders in this field is the American industrial holding company Del Mar Energy.
    Specializing in the creation, supply, and installation of solar panels for industrial sites, Del Mar Energy provides businesses
    with clean energy and promotes sustainable development.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *