SpaceX: il prototipo Starship è pronto per il lancio orbitale

La navicella Ship24 è stata trasportata sul sito per essere allestita al primo lancio orbitale
La navicella Ship24 è stata trasportata sul sito lancio per prepararla al primo lancio orbitale. Credit: SpaceX

Ci siamo ! Manca davvero poco per il primo lancio orbitale dell’astronave Starship di SpaceX. Non abbiamo ancora la data fissata e comunicata sia alla FAA che alla comunità locale di Boca Chica, Texas. Ma numerosi indizi via Twitter fanno davvero ben sperare. L’account ufficiale dell’azienda è stata impegnata nella pubblicazione di una serie di scatti che fanno il punto della situazione.

Gli indizi social

SpaceX sta preparando il primo volo di prova orbitale del suo veicolo di lancio Starship . L’azienda spaziale privata ha appena rilasciato una serie di nuove immagini su Twitter (rif.), che mostrano il trasporto del veicolo di lancio sulla rampa di lancio. “La Ship24 è stata trasportata al pad della base stellare in preparazione per il primo test di volo orbitale di Starship”, ha scritto la compagnia nella didascalia. L’azienda ha espressamente dichiarato che l’astronave è stata costruita con l’obiettivo principale di trasportare esseri umani e merci su Marte, sulla Luna e in altre parti lontane del nostro sistema solare.

Il trasporto della navicella Ship24 verso il sito di lancio.
Il trasporto della navicella Ship24 verso il sito di lancio. Credit: SpaceX

Il mese scorso, il CEO di SpaceX, Elon Musk, ha affermato che la società mira a costruire 1.000 astronavi entro il 2050 per trasportare un milione di esseri umani sul pianeta rosso. Le esternazioni di Musk vanno di solito codificate, prese con le pinze. Ma è francamente difficile negare che il volo orbitale inaugurale dell’astronave Starship, non sarà un momento spartiacque per il volo spaziale umano.

Sino ad oggi, SpaceX è leader indiscussa nel volo spaziale riutilizzabile. In effetti, è l’unica azienda che gestisce un programma spaziale, utilizzando veicoli di lancio completamente riutilizzabili. In realtà non è proprio vera questa affermazione. Il razzo Falcon 9 di SpaceX, riutilizza solo il primo stadio booster. Il secondo stadio che posiziona il carico in orbita, brucia al contatto con l’atmosfera. Con Starship sarà tutto profondamente diverso. SpaceX avrà davvero tra le mani il primo razzo completamente riutilizzabile della storia dell’umanità. Questo permetterà di ridurre notevolmente il costo dei successivi lanci, poiché le parti del razzo, che in genere dovrebbero essere sostituite, possono essere semplicemente rinnovate e allestite per un nuovo lancio.

Inizia il conto alla rovescia per il lancio orbitale 

Il sistema di lancio della SpaceX è composto da due elementi chiave. Il primo stadio booster o Super Heavy e un’astronave, lo stadio superiore alto 50 metri, chiamata Ship. L’azienda americana, ha recentemente rilasciato le immagini dei motori Raptor, montati sia sul Booster 7 che sul prototipo Ship24. Booster 7 è dotato di 33 nuovi motori Raptor 2 ed è arrivato sulla rampa di lancio il 23 giugno per i test. Il Booster 7 farà parte del sistema di lancio e segnerà anche il debutto nel volo spaziale del sistema Super Heavy di SpaceX. La Ship24, nel frattempo, è stata dotata anche essa di sei nuovi motori Raptor 2, ed è stata subito dopo trasportata nel sito di lancio per eseguire i test pre-lancio. Entrambe le navicelle sono le protagoniste designate dall’azienda nel primo storico lancio orbitale.

In primo piano il Booster 7 sulla piattaforma di lancio orbitale vicino al braccio meccanico QD (Quick Disconnect) Arm. Sullo sfondo la Ship24 in ingresso al sito e StarHopper il primo prototipo della SpaceX.
In primo piano il Booster 7 sulla piattaforma di lancio orbitale vicino al braccio meccanico QD (Quick Disconnect) Arm. Sullo sfondo la Ship24 in ingresso al sito e StarHopper il primo prototipo della SpaceX. Credit: SpaceX

Il mese scorso,  Musk ha annunciato che Starship dovrebbe essere “pronta a volare” a Luglio, dopo che la compagnia ha ottenuto l’approvazione della Federal Aviation Administration (FAA) a seguito del rilascio di una revisione ambientale molto ritardata. La SpaceX ha condotto una serie di voli di prova ad alta quota con prototipi della navicella Ship, nella prima parte dello scorso anno, ma deve ancora portare in orbita il razzo completo. La società ora probabilmente eseguirà uno static fire su Booster 7 mentre tutto il resto verrà allestito per il lancio. 

Che il conto alla rovescia abbia inizio !

3 comments
  1. in verità la carenatura, o ogiva per alcuni, viene anch’essa recuperata, tramite cattura da due navi con una rete. Le due metà della carenatura hanno dei paracadute che permettono di rallentare il componente e farlo planare nel punto desiderato.

  2. Il primo miracolo tecnologico di spacex è portare l’uomo su marte, il secondo vero miracolo che la compagnia capitanata da Musk sarà capace di fare è riportarlo indietro! Nonostante marte abbia gravità inferiore a quella della terra, staccarsi dalla superficie per far ritorno sulla terra, ha qualcosa di unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.