Comete: C/2022 E3

Le comete come C/2022 E3 sono oggetti molto imprevedibili, poiché la loro luminosità dipende dalla dispersione della luce solare dalle particelle di polvere nella chioma e nella coda. Queste polveri, fluiscono continuamente via dal nucleo e la densità è determinata dalla velocità di sublimazione del ghiaccio riscaldato dai raggi del Sole. Di conseguenza, mentre le posizioni future delle comete sono note con un alto grado di confidenza, la loro luminosità futura non lo è.

I nuclei cometari possono variare dalle centinaia di metri fino a cinquanta e più chilometri e sono composti da roccia, polvere e ghiacci d’acqua e di altre sostanze, comunemente presenti sulla Terra allo stato gassoso, quali monossido di carbonio, anidride carbonica, metano e ammoniaca. Sono spesso chiamate “palle di neve sporca”, soprannome dato da Fred Whipple, creatore della teoria cometaria. Le comete sono composte inoltre da una varietà di composti organici: oltre ai gas già menzionati, sono presenti metanolo, acido cianidrico, formaldeide, etanolo ed etano e anche, forse, composti chimici dalle molecole più complesse come lunghe catene di idrocarburi e amminoacidi.

C/2022 E3 è stata scoperta dagli astronomi Bryce Bolin e Frank Masci il 2 marzo 2022. Al momento della scoperta, la cometa aveva una magnitudine apparente di 17,3 ed era a circa 640 milioni di km dal Sole. L’oggetto è stato inizialmente identificato come un asteroide, ma successive osservazioni hanno rivelato che aveva una chioma molto condensata , indicando che si trattava di una cometa. 

Posizione nel cielo

All’inizio di Novembre 2022, la cometa si era illuminata fino alla magnitudine 10 e sembrava muoversi lentamente nella Corona Borealis e nel Serpens mentre si muoveva parallelamente alla Terra. La cometa mostrava una chioma verde, una coda di polvere giallastra e una debole coda di ioni. C/2022 E3 era visibile in prima serata e ha iniziato ad essere visibile nel cielo mattutino entro la fine di novembre. Entro il 19 dicembre la cometa aveva sviluppato una chioma verdastra, una corta e ampia coda di polvere e una lunga e debole coda di ioni che si estendeva su un campo visivo di 2,5 gradi.  Successivamente, la cometa inizia a muoversi verso nord, passando Bootes, Draco e Ursa Minor , raggiungendo circa 10 gradi dalla Polare . 

Il 1° febbraio sarà visibile tutta la notte perché è circumpolare. Sarà più alto nel cielo alle 21:53, 58° sopra l’orizzonte settentrionale. Al tramonto, diventerà visibile intorno alle 18:26 (CET), 49° sopra l’orizzonte settentrionale. Andrà perso all’alba del crepuscolo intorno alle 06:04, 30° sopra l’orizzonte settentrionale.

OggettoAscensione rettaDeclinazioneCostellazioneMagnitudo
Cometa C/2022 E3 (ZTF)06h38m10s72°41’NCamelopardalis5.4
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *