Presentate le tute spaziali del programma Artemis

Il render mostra un astronauta sulla superficie della Luna
Il render mostra un astronauta sulla superficie della Luna

La NASA rivelerà oggi alle 18:00 (14:00 EDT) chi realizzerà le tute spaziali per il suo programma Artemis. Con un avviso ai media, pubblicato la scorsa settimana, i funzionari della NASA hanno affermato che nella conferenza stampa sarà rivelata “la società, o le società, selezionate per andare avanti nello sviluppo della prossima generazione di tute spaziali per le missioni Artemis sulla Luna e sulla Stazione Spaziale Internazionale”. La NASA quindi è intenta a scegliere le tute spaziali di nuova generazione per le passeggiate sulla Luna e nello spazio.

Artemis e le nuove tute spaziali

Le missioni Artemis mirano a stabilire la presenza umana a lungo termine sia in orbita che sulla superficie lunare per la fine degli anni ’20. La NASA ritiene che le abilità apprese per compiere la missione aiuteranno l’umanità per il prossimo gigantesco balzo: Marte. L’agenzia spera di poter raggiungere il pianeta rosso alla fine degli anni ’30 o all’inizio degli anni ’40. La NASA e i suoi partner stanno lavorando per sviluppare e maturare una varietà di tecnologie di volo spaziale per trasformare in realtà la grande visione di Artemis, comprese le tute spaziali incentrate sulla luna.

“Le nuove tute spaziali del programma Artemis che consentono agli esseri umani di esplorare la superficie lunare e sbloccare nuove capacità di passeggiate spaziali al di fuori della Stazione Spaziale Internazionale sono una parte fondamentale dell’avanzamento dell’esplorazione umana nello spazio e della dimostrazione della continua leadership americana”, hanno scritto i funzionari della NASA nel comunicato stampa della scorsa settimana.

La missione Artemis, le nuove tute spaziali di esplorazione, i sistemi di mobilità umana di superficie, il razzo Space Launch System (SLS), la navicella spaziale Orion, il Lunar Gateway e i sistemi di atterraggio umano, sono la somma tecnologia che consentirà alla NASA di stabilire una presenza a lungo termine sulla Luna. Tutto questo poi ci servirà per esplorare Marte.

Le persone che partecipano alla conferenza stampa di oggi sono:

  • Vanessa Wyche, direttrice del Johnson Space Center (JSC) della NASA
  • Lindsay Aitchison, dirigente del programma per le attività extraveicolari e il programma di mobilità della superficie umana, NASA
  • Lara Kearney, manager per le attività extraveicolari e la mobilità della superficie umana, JSC
  • Dina Contella, responsabile dell’integrazione delle operazioni, programma della Stazione Spaziale Internazionale, JSC
2 comments
  1. Il razzo è space lAunch system.
    Senza la A lunch significa colazione
    Non ho bisogno nemmeno di controllare per essere sicuro di questo errore di battitura…
    Alla prox
    Ing. Vincenzo Virgilio
    P.s. in 7 settimane nessuno se ne è accorto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *