SpaceX lancia il primo satellite 5G

L'azienda iberica Sateliot ha scelto come lanciatore la SpaceX, lanciando il primo satellite con connessione 5G al mondo.
Un'illustrazione di un satellite Sateliot GroundBreaker in orbita sopra la Terra. Credit: Sateliot

SpaceX ha lanciato quello che, secondo quanto riferito, è il primo satellite in orbita terrestre bassa (LEO) a operare con lo standard cellulare 5G. Conosciuto come The GroundBreaker è un relè dati orbitale da 10 chilogrammi, nome in codice Sateliot_0. Questo è il primo di una costellazione di oltre 250 veicoli spaziali progettati per comunicare con le torri cellulari terrestri e colmare le lacune nelle reti di dati in tutto il mondo .

Il piano industriale di Sateliot

Un razzo Falcon 9 il 15 aprile scorso ha lanciato il satellite 5G dalla struttura di lancio di SpaceX presso la Vandenberg Space Force Base in California. Sateliot, con sede a Barcellona, ​​la società dietro The GroundBreaker e l’operatore di rete della costellazione Sateliot_X, vede questa la tecnologia come un’opportunità per una realizzazione globale per l’accesso all’Internet of Things (IoT).

“Per la prima volta nella storia, le telecomunicazioni terrestri cellulari si stanno fondendo perfettamente con la connettività satellitare e Sateliot sta guidando questa rivoluzione”, ha scritto Sateliot in una nota rilasciata alla stampa (rif.). L’obiettivo dell’azienda è colmare quello il divario dell’85% nella connettività mobile in tutto il pianeta. Inoltre l’azienda prevede applicazioni per molteplici mercati pubblici e privati, inclusi trasporti stradali, ferroviari, aerei e marittimi.

Collegando l’IoT a una rete coesiva tra relè cellulari terrestri e orbitali, Sateliot spera di espandere le possibilità dei dispositivi connessi. “Gli utenti potranno passare senza problemi da una rete 5G terrestre a una non terrestre, senza la necessità di acquistare alcun hardware aggiuntivo, come antenne o modem. Inoltre, potranno continuare a utilizzare le loro attuali schede SIM e operatori mobili, grazie al roaming standard accordi realizzati da Sateliot. Questo apre la strada a una massiccia adozione dell’Internet of Things in tutto il mondo”, ha scritto la società nel comunicato.

Un altra mega costellazione

Sateliot_0 è il primo di questi satelliti dell’azienda, ma man mano che la costellazione si espande, ogni veicolo spaziale orbiterà attorno alla Terra ogni 90 minuti, fornendo aree di copertura tre volte più grandi del Texas. Mentre il suo primo satellite entra in funzione, Sateliot vanta già vendite superiori a 1,3 miliardi di dollari. L’azienda iberica non ha annunciato la prossima data di lancio, ma un suggerimento può essere trovato sulle pagine del sito Web dell’azienda, che includono l’immagine di un Falcon Heavy di SpaceX che decolla sullo sfondo. 

Anche per questa azienda il lanciatore ufficiale scelto è la SpaceX che aiuterà la Sateliot ha costruire la prima rete mondiale di satelliti 5G. Il numero di queste mega costellazioni pianificate o in fase di sviluppo continua a crescere. Oltre a i famosi satelliti a banda larga Starlink di SpaceX, l’Unione Europea e la Cina hanno le proprie costellazioni in cantiere. Anche il rivenditore online e gigante dei servizi web Amazon ha in programma di lanciare il proprio, noto come Project Kuiper, a partire dal 2024.

Subscribe
Notificami
guest
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wpDiscuz
Exit mobile version