Zhurong: il rover cinese su Marte ha completato la sua missione primaria

il rover cinese sul suolo marziano Zhurong
L’immagine del rover cinese ottenuta da un selfie scattato sul suolo marziano. Credits: CSNA

Secondo la China National Space Administration (CNSA), il rover cinese Zhurong ha superato la sua aspettativa di vita di tre mesi con tutti i suoi compiti predeterminati completati (rif.). L’amministrazione ha annunciato martedì che il rover a centinaia di milioni di chilometri dalla Terra, continuerà a svolgere il suo lavoro. Il mese scorso avevamo parlato del rover cinese e delle sue splendide immagini pervenute dal pianeta rosso.

Il successo di Zhurong ha segnato il completamento di tutti gli obiettivi della missione di Tianwen 1. Orbitare su Marte per un’osservazione completa del pianeta, atterrare e dispiegare un rover per poi condurre operazioni scientifiche. Risultato sorprendente che rende Tianwen 1 la prima spedizione su Marte a raggiungere tutti e tre gli obiettivi con una sola sonda.


Tianwen 1, che prende il nome da un antico poema cinese, ha percorso più di 470 milioni di km e ha effettuato diverse manovre di traiettoria prima di entrare nell’orbita di Marte il 10 febbraio 2021. Zhurong è atterrato sul pianeta il 15 maggio 2021 e si è separato dalla sua piattaforma di atterraggio una settimana dopo. Dopo tre mesi di intensa attività, il rover ha ottenuto circa 10 GB di dati primari e si è spostato di circa 900 metri.

Il futuro di Zhurong

Da ora in poi la missione sarà continuare l’esplorazione verso un’antica area costiera di Utopia Planitia, la più vasta pianura all’interno del più grande bacino d’impatto conosciuto nel sistema solare. Il rover da 240 chilogrammi è il componente principale della missione Tianwen 1, la prima avventura interplanetaria della Cina, ed è anche il sesto rover su Marte, dopo i cinque lanciati dagli Stati Uniti.

Secondo Sun Zezhou, capo progettista della sonda Tianwen 1, il rover sospenderà le sue operazioni da metà settembre a fine ottobre a causa della prevista interruzione delle comunicazioni con la Terra causata dalla radiazione elettromagnetica solare, per poi riprendere la sua missione.

Tianwen 1 è l’ultimo esempio della rapida espansione nello spazio della Cina. Tra questi, il precedente successo della messa in orbita della prima sezione della stazione spaziale permanente del paese. Ancora prima, il completamento della rete globale per la navigazione satellitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.