Se gli alieni inviassero messaggi quantistici ?

Rappresentazione della particelle che trasportano messaggi quantistici

Una nuova ricerca in campo astrofisico apre ad una nuova possibilità nella ricerca di vita intelligente nell’Universo. Gli alieni potrebbe trasmettere messaggi quantistici nello spazio alla ricerca di nuove forme di vita ? Se queste ipotesi venissero confermate si dovranno cambiare tutti i protocolli di ricerca dei vari istituti che si occupano della materia, come il famoso S.E.TI.

Le particelle di luce, o fotoni, potrebbero essere trasmesse su vaste distanze interstellari, senza perdere la loro natura quantistica, riferiscono i ricercatori il 28 giugno su Physical Review D (rif.). Questo significa che gli scienziati alla ricerca di segnali extraterrestri, potrebbero anche cercare messaggi quantistici.

La comunicazione quantistica

Gli scienziati stanno attualmente sviluppando la comunicazione quantistica sulla Terra. Questa tecnologia utilizza particelle quantistiche per inviare informazioni ed ha il potenziale per essere più sicura della comunicazione standard. Anche civiltà aliene intelligenti, se sono là fuori, potrebbero aver adottato la comunicazione quantistica, afferma il fisico teorico Arjun Berera. Uno dei principali ostacoli alla comunicazione quantistica è la decoerenza. Questo fenomeno accade nel momento in cui la particella interagisce con l’ambiente circostante e questo determina una perdita di coerenza della funzione d’onda“Gli stati quantistici generalmente molto delicati, sono sensibili a qualsiasi tipo di interazione esterna, in qualche modo alteri lo stato iniziale”, dice Berera.

Poiché la densità media della materia nello spazio è molto inferiore a quella sulla Terra, ci si potrebbe aspettare che le particelle viaggino più lontano prima di soccombere alla decoerenza. Così Berera e il fisico teorico Jaime Calderón Figueroa, entrambi dell’Università di Edimburgo, hanno calcolato fino a che punto la luce, in particolare i raggi X, potrebbe viaggiare indenne attraverso lo spazio interstellare.

I fotoni dei raggi X potrebbero più che attraversare la Via Lattea, viaggiando potenzialmente per centinaia di migliaia di anni luce o anche di più, hanno scoperto i ricercatori. Sulla base dei risultati, Berera e Calderón Figueroa hanno considerato delle strategie per cercare i dispacci quantistici di civiltà aliene. Un potenziale tipo di comunicazione da cercare è il teletrasporto quantistico, in cui le proprietà di una particella distante possono essere trasferite a un’altra. Poiché non sappiamo con certezza come potrebbero comunicare eventuali civiltà aliene, gli scienziati potrebbero cercare tali segnali simultaneamente. La ricerca dei messaggi quantistici potrebbe aumentare la possibilità di captare per la prima volta un segnale generato da alieni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *