CAPSTONE in viaggio verso la Luna

Il cubesat della NASA, CAPSTONE, dopo aver superato alcune difficoltà è in viaggio spedito verso il nostro satellite naturale: la Luna.
Illustrazione artistica della sonda CAPSTONE della NASA in orbita attorno alla luna. Il cubesat dovrebbe arrivarea descrivere un orbita NHRO il 13 novembre. Credit: NASA

Il cubesat CAPSTONE della NASA si è ripresa da un serio problema tecnico ed è sulla giusta strada per raggiungere la Luna questo mese come previsto. CAPSTONE, un satellite dalle dimensioni di un forno a microonde, è entrato in una “modalità di sicurezza dopo aver riscontrato un problema durante un accensione del motore, l’8 settembre scorso, che ha messo ha rischio il viaggio verso la Luna

I membri del team della missione sono riusciti ad identificare la probabile causa del problema tecnico. Il tutto è stato causato da un difficoltà con una valvola nel sistema di propulsione della sonda. I tecnici hanno lavorato duramente per risolvere il problema nelle settimane successive, interrompendo la rotazione di CAPSTONE il mese scorso. 

La missione CAPSTONE

Adesso il cubesat da 25 chilogrammi sembra essere di nuovo completamente funzionante. CAPSTONE ha eseguito un’accensione del motore per correggere la traiettoria come previsto, giovedì 27 ottobre, con l’obiettivo di arrivare in orbita intorno alla Luna il 13 novembre, hanno detto i membri del team della missione. L’accensione del motore è durata circa 220 secondi, che era la durata prevista, hanno affermato lunedì in un aggiornamento i rappresentanti della società Advanced Space, che gestisce CAPSTONE per la NASA.

La manovra è avvenuta mentre CAPSTONE era a 308.076 miglia (495.800 chilometri) dalla Terra, ha aggiunto la compagnia. In questo momento cubesat è oltre la Luna, che orbita a circa 385.000 km dalla Terra. Se tutto va secondo i piani, CAPSTONE eseguirà altre due accensioni di correzione della traiettoria per tornare a spirale verso la Luna, inserendosi infine in un’orbita quasi rettilinea, altamente ellittica (NRHO) il 13 novembre.

Tutto il lavoro svolto è un test per la Lunar Gateway. La futura stazione spaziale che orbiterà attorno alla luna, parte fondamentale del Programma Artemis della NASA, occuperà proprio un orbita NRHO. CAPSTONE ha il compito di verificare questa orbita, calcolando la presunta stabilità in vista della costruzione della Lunar Gateway, che dovrebbe iniziare tra qualche anno.

L’inizio del viaggio

CAPSTONE, abbreviazione di Cislunar Autonomous Positioning System Technology Operations and Navigation Experiment, è stato lanciato tramite un booster della Rocket Lab il 28 Giugno scorso, dando il via a un lungo viaggio tortuoso verso la luna. 

Una settimana dopo, il team della missione ha perso il contatto con la sonda, poco dopo che si è separata dal bus della navicella spaziale Photon di Rocket Lab. Ma i membri del team hanno risolto rapidamente il problema, causato da un comando formattato in modo errato. L’intera missione dovrebbe durare almeno sei mesi dopo aver raggiunto la Luna. Oltre al lavoro di verifica dell’orbita, la piccola sonda condurrà anche alcuni esperimenti di navigazione e comunicazione, alcuni dei quali in concerto con il Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *