L’aereo supersonico X-59 della NASA

L'aereo supersonico X-59 della NASA, pronto per il 2027, promette viaggi commerciali alla velocità Mach 1.4 a 17.000m e senza il boom sonico
Illustrazione di un artista dell’aereo supersonico X-59 della NASA costruito da Lockheed Martin. Credit: NASA

L’aereo supersonico X-59 della NASA è ora un passo più vicino alla sua dimostrazione di volo. L’ aereo fa parte della missione Questt dell’agenzia americana ed è stato montato per la prima volta il motore, secondo un recente annuncio dell’agenzia spaziale. Questo componente fornirà 10.000 kg di spinta che permeterà all’X-59 di volare molto oltre la velocità del suono. 

Il ritorno degli aerei supersonici

La NASA spera che i dati raccolti durante il primo volo, intorno al 2025 dimostrino che la sua nuova tecnologia supersonica produrrà solo un “tonfo” udito dalle persone a terra, invece del classico boom sonico. Il valore verrà poi portato alle autorità di regolamentazione dell’aviazione per modificare le regole sulla velocità con cui un aereo può sorvolare la terraferma. Se tutto andrà secondo i piani potrà essere utilizzato su rotte commerciali per ridurre i tempi di viaggio, secondo la NASA. 

Il motore proviene dalla General Electric Aviation, una filiale della General Electric. Secondo l’ultimo l’ultimo aggiornamento della NASA, datato 14 Novembre, il motore porterà l’X-59 a velocità fino a Mach 1.4 e ad altitudini di circa 17.000 metri.

“Attraverso Questt, la NASA ha in programma di dimostrare che l’aereo supersonico l’X-59 può volare più veloce del suono senza generare i forti boom sonici tipicamente prodotti dagli aerei supersonici. Questo suono fragoroso è il motivo per cui gli Stati Uniti e altri governi hanno vietato la maggior parte dei voli supersonici sulla terraferma”. Così i funzionari della NASA hanno descritto i principali obiettivi della missione in una descrizione scritta rilasciata a Maggio 2022 (rif.). 

La missione Questt

Ma Questt è ancora solo nella sua prima fase, focalizzata per il momento sull’assemblaggio. L’installazione del motore è avvenuta presso lo stabilimento Skunk Works di Lockheed Martin in California, agli inizi di Novembre.  “L’installazione del motore è il culmine di anni di progettazione e pianificazione da parte dei team della NASA, Lockheed Martin e General Electric Aviation” afferma Ray Castner, responsabile delle prestazioni del propulsore della NASA. “Sono impressionato ed orgoglioso di questo team. Abbiamo trascorso gli ultimi mesi a sviluppare le procedure, che hanno consentito un’installazione senza intoppi”.

La missione Questt terminerà nel 2027. I dati raccolti dai voli di prova sui cieli americani verranno portati alle autorità di regolamentazione e presentati a livello internazionale.  “Con le informazioni raccolte durante la missione Questt la speranza è di consentire alle autorità di regolamentazione di considerare le regole in base al rumore di un aereo, non in base a una velocità arbitraria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *